FANDOM


Olivia Dunham è un personaggio di Fringe, interpretato dall'attrice Anna Torv.


Storia e VitaModifica

Olivia venne cresciuta da un patrigno alcolizzato che picchiava sua madre. All'età di nove anni lei gli sparò per legittima difesa, ferendolo gravemente, ma non uccidendolo. Lui si salvò e non si fece più vedere da Olivia o dalla sua famiglia, lasciandole il rimpianto di non averlo ucciso. Tutti gli anni, il giorno del suo compleanno, manda ad Olivia un biglietto di auguri, per farle sapere di essere ancora «lì fuori da qualche parte». Olivia e sua sorella Rachel rimasero in seguito orfane di madre; Rachel si sposò ed ebbe Ella, nipote di Olivia. 

Olivia-Dunham-fringe-19431300-1920-1080

Unica altra informazione 

riguardo al suo passato è il fatto di aver frequentato la Northwestern University.


Essendo figlia di un militare, Olivia traslocò molto spesso, viaggiando di città in città. Quando da bambina andò a scuola a Jacksonville, in Florida, Olivia fu sottoposta all'utilizzo del Cortexiphan, un ritrovato chimico composto da William Bell che permetterebbe, somministrato ai bambini, di «limitare i limiti» della società che li circonda, ampliando invece le innate abilità psichiche. Olivia risultò essere il soggetto con maggiori potenzialità e fu la prima a riuscire a vedere ciò che lei definisce un "bagliore", che contraddistingue gli oggetti e le persone a stretto contatto o provenienti da universi alternativi. Tra le altre capacità, il Cortexiphan le permette inoltre di viaggiare da un universo all'altro senza l'ausilio di macchinari.